Archivi tag: arte

Edward Norton- (La 25 ora – Monologo) Francesco Fiumarella

Questa sera voglio proporre uno dei più grandi e significativi monologhi di ” Edward Norton” tratto dal film la 25 ora.

Per chi non ha visto il film, il dialogo potrebbe risultare molto cattivo e razzista, ma vi garantisco che non è quello l’intento del discorso del protagonista, sono parole dette 25 ore prima di andare in carcere, quindi attraverso il dolore e la consapevolezza di non aver più nulla da perdere si è soliti sparare a 0 su tutto e tutti.

Mi scuso se tecnicamente il video non è dei migliori, purtroppo ci sono stati problemi di caricamento e quindi in alcuni tratti la voce non è in linea con le labbra. Ma ugualmente volevo condividere con voi  questa scena cult!

“Tutti, a nostro modo, siamo stati falsi in alcuni momenti della nostra vita,  a volte per educazione, a volte per paura e istinto di sopravvivenza, a volte per un sentimento di smarrimento, a volte perché non sapevano che cosa dire. Ma poi ci sono le persone “autenticamente false”, quelle che mettono in atto, talora in modo inconsapevole, la loro finzione”.

Buona visione cinefili! 

3 monologhi – Più apprezzati e condivisi dai Lettori-Francesco Fiumarella

Buona sera a tutti, oggi voglio riproporre per i nuovi lettori i 3 miei monologhi sulla vita più condivisi e apprezzati in questo anno da chi mi segue.

Oltre ad utilizzare la voce originale dei doppiatori Italiani per la creazione delle famose scene, ogni tanto utilizzo anche la mia vera voce per dare un senso ad alcuni testi molto significati sul vera essenza della “vita”.

Ascoltare delle parole di saggezza molte volte aiuta a vivere meglio, perchè il più delle volte ci dimentichiamo che la vita è un regalo stupendo e purtroppo non tutti hanno la possibilità di viverla!

Buona visione.

1.

2.

3.

Francesco Fiumarella – Showreel cortometraggi – Talenti Film ( 2006-2011)

Questa sera voglio ricordare attraverso un mio vecchio showreel alcune scene da protagonista nei cortometraggi della Talenti Film production di Roma,  grazie ad una collaborazione nata  nel 2006.  Onorato di essere il co-responsabile di questa grande associazione cinematografica che mi ha regalato moltissime  soddisfazioni in tutti questi anni, tra interviste,  rassegne e molti articoli di giornale in tutta Italia.

Buona Visione!

Le 5 migliori interpretazioni più votate dai Lettori.

Ormai è passato più di un anno da quando ho aperto questo blog e condiviso le mie interpretazioni doppiate con il sottofondo del doppiaggio Italiano originale, ho ricevuto moltissimi commenti ed apprezzamenti, addirittura ho saputo che molti di voi hanno condiviso i miei video su facebook e twitter pur non essendo presente in questi social. Grazie veramente a tutti per apprezzare questo mio nuovo stile di rappresentazione cinematografica.

Ogni vostro blog che seguo mi piace tantissimo, apprezzo moltissimo quelli che scrivono di cinema, arte, cultura e fotografia!

Grandi tutti quanti!

Vi ripropongo le 5 interpretazioni più apprezzate dai miei Lettori!

1.

2.

3.

4.

5.

V Per Vendetta – Discorso – Francesco Fiumarella

Purtroppo stiamo vivendo un periodo carico di “tensione” , la gente sta diventando sempre più folle, ormai siamo continuamente circondati da notizie di “terrore”. Suicidi, omicidi, terrorismo islamico, violenza, fallimenti,mancanza di lavoro, crisi di ogni genere. Tutto questo perchè le persone  ormai sono  al limite della sopportazione. Siamo stanchi di vedere che il nostro mondo è sconvolto dalle minacce terroristiche o da quella crisi che ha portato la nostra psicologia alla “pazzia” come quanto accaduto qualche giorno fa nel palazzo di giustizia di Milano! Siamo stanchi della precarietà, del “DIO” denaro e della privazione della nostra libertà di pensiero per paura di essere continuamente giudicati e bloccati da uno stato-governo che continua a pensare ai propri interessi senza dare una reale speranza e opportunità alla gente di vivere con dignità! Personalmente ho sempre pensato che il modo migliore di combattere le ingiustizie sia attraverso il dialogo e la comunicazione universale, ed è  proprio per questo motivo che ho voluto interpretare una scena con un grandissimo discorso tratto dal film.

“V PER VENDETTA” 

“Il popolo non dovrebbe temere il proprio governo, sono i governi che dovrebbero temere il popolo”

         –  James McTeigue
Buona visione!

vendetta

Mostra – I vestiti dei sogni – La scuola dei costumisti italiani per il cinema- (Foto di Fiumarella)

Questo slideshow richiede JavaScript.

“I vestiti dei sogni. La scuola dei costumisti italiani per il cinema”, è il titolo della mostra inaugurata al Museo di Roma Palazzo Braschi. In esposizione, fino al 22 marzo 2015, oltre 100 abiti originali, decine di bozzetti e una selezione di oggetti per raccontare un secolo di storia del cinema. Una mostra dedicata all’eccellenza italiana, dei costumi, degli artisti e degli artigiani che hanno fatto grande il cinema, italiano e internazionale.

L’esposizione è promossa da Roma Capitale Assessorato alla Cultura, Creatività, Promozione Artistica e Turisimo – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, e realizzata da Cineteca di Bologna ed Equa di Camilla Morabito, con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura.

Un percorso dalle origini ai giorni nostri, dalle dive del muto – quando il cinema italiano, già agli albori, primeggiava nel mondo – a La grande bellezza, capace di ridare al nostro cinema un nuovo Oscar. Ma gli Oscar sono anche quelli del caposcuola Piero Tosi (alla carriera, nel 2013) e Danilo Donati (nel 1969 per Romeo e Giulietta di Zeffirelli e nel 1977 per Il Casanova di Fellini), di Milena Canonero (ben tre, il primo con Stanley Kubrick per Barry Lyndon, poi per Momenti di gloria e in anni recenti per la Marie Antoniette di Sofia Coppola), di Gabriella Pescucci (al lavoro con Martin Scorsese per L’età dell’innocenza).

La mostra è un tributo alla tradizione artigiana italiana, a quella dei disegnatori dei costumi e di chi poi li ha realizzati, case come Tirelli costumi, Annamode, Costumi d’Arte, Devalle, Farani, Maison Gattinoni, The One, Sartoria Cesare Attolini e gli atelier Pieroni, Rocchetti, Pompei.

I vestiti dei sogni è divisa in due parti: il percorso principale che racconta un secolo di scuola italiana e si snoda nelle prime dieci sale, e la collezione permanente in cui i costumi sono collocati in un dialogo ispirato ai dipinti esposti nella collezione di Palazzo Braschi.

All’interno della mostra sono in programma attività didattiche per i ragazzi delle scuole e per gli adulti. In un percorso guidato verranno descritti e svelati, attraverso la storia del cinema italiano e dei suoi costumi, molti degli aspetti e dei meccanismi che sono dietro le quinte e caratterizzano il lavoro degli artisti che hanno confezionato e continuano a dare forma ai nostri sogni.

Museo di Roma – Palazzo Braschi

(Articolo dal sito del Comune di Roma )

-www.comune.roma.it