Archivi tag: ipocrisia

Into the Wild (Emile Hirsch) – La società e le cose – Francesco Fiumarella

Questa sera voglio riproporre  le due mie interpretazioni tratte dal film “ INTO THE WILD

Questo credo sia uno dei migliori film degli ultimi 20 anni!

Ho deciso di fare un regalo agli ammiratori di questo movie e a tutti coloro che amano viaggiare, cercando di interpretare le due scene piu’ significative,

I dialoghi di questo film credo  siano attualissimi, molte volte bisognerebbe realmente evadere da questa società assurda,

malata,opportunista,ipocrita,materialista,consumista e priva di valori.

Fortunatamente il cinema e l’arte in generale ci aiutano ad evadere da un sistema assurdo anche solo guardando con gli occhi di un regista!

(La gente di questi tempi percorre il mondo senza neanche ricordare di possedere un corpo che ha vita)

– Christopher Mccandless (Emile Hirsch)

Buona visione!

Annunci

Edward Norton- (La 25 ora – Monologo) Francesco Fiumarella

Questa sera voglio proporre uno dei più grandi e significativi monologhi di ” Edward Norton” tratto dal film la 25 ora.

Per chi non ha visto il film, il dialogo potrebbe risultare molto cattivo e razzista, ma vi garantisco che non è quello l’intento del discorso del protagonista, sono parole dette 25 ore prima di andare in carcere, quindi attraverso il dolore e la consapevolezza di non aver più nulla da perdere si è soliti sparare a 0 su tutto e tutti.

Mi scuso se tecnicamente il video non è dei migliori, purtroppo ci sono stati problemi di caricamento e quindi in alcuni tratti la voce non è in linea con le labbra. Ma ugualmente volevo condividere con voi  questa scena cult!

“Tutti, a nostro modo, siamo stati falsi in alcuni momenti della nostra vita,  a volte per educazione, a volte per paura e istinto di sopravvivenza, a volte per un sentimento di smarrimento, a volte perché non sapevano che cosa dire. Ma poi ci sono le persone “autenticamente false”, quelle che mettono in atto, talora in modo inconsapevole, la loro finzione”.

Buona visione cinefili! 

3 monologhi – Più apprezzati e condivisi dai Lettori-Francesco Fiumarella

Buona sera a tutti, oggi voglio riproporre per i nuovi lettori i 3 miei monologhi sulla vita più condivisi e apprezzati in questo anno da chi mi segue.

Oltre ad utilizzare la voce originale dei doppiatori Italiani per la creazione delle famose scene, ogni tanto utilizzo anche la mia vera voce per dare un senso ad alcuni testi molto significati sul vera essenza della “vita”.

Ascoltare delle parole di saggezza molte volte aiuta a vivere meglio, perchè il più delle volte ci dimentichiamo che la vita è un regalo stupendo e purtroppo non tutti hanno la possibilità di viverla!

Buona visione.

1.

2.

3.

Into the Wild (Emile Hirsch) – La società- Francesco Fiumarella

In passato avevo pubblicato un monologo tratto dal film “Into the Wild” e riscontrato che gran parte dei miei visitatori hanno apprezzato quel vecchio post!

Questo credo sia uno dei migliori film degli ultimi 20 anni!

Ho deciso di fare un regalo agli ammiratori di questo movie cercando di interpretare una delle scene piu’ significative, quella dove Emile Hirsch parla della società!

Credo che sia attualissimo, molte volte bisognerebbe evadere da questa società assurda, soprattutto dopo quello che sta succedendo nelle ultime ore!

Fortunatamente il cinema e l’arte in generale ci aiuta ad evadere da un sistema malato!

Spero facciate girare il video soprattutto per il significato!

(La gente di questi tempi percorre il mondo senza neanche ricordare di possedere un corpo che ha Vita)

– Christopher Mccandless (Emile Hirsch)

Buona visione!

Into the Wild movie poster

Scarface – Al Pacino – Francesco Fiumarella

Per tutti gli amanti di Al Pacino e Scarface!

Ho voluto riniziare la mia attività interpretando un  grandissimo monologo di Al Pacino in Scarface con la voce del grande Ferruccio Amendola!

Questo monologo credo sia lo specchio della nostra società!

Buona visione

e come sempre condividete e fate girare!

unnamed

Facebook – La vita – Finzione …Tutto sembra reale…Ma alla fine?

Ormai gran parte della propria esistenza va vissuta tramite un profilo interattivo, quello sovrastato dalla falsità e finta personalità, cinica filosofia e umanità, tramite pensieri scritti senza appurarne il vero significato. Tutti colti e buonisti, con molta apparenza ci si sente i numeri uno, bravi, belli,intelligenti e solidali in questo gran mondo virtuale. Gente di ogni età con esperienze diverse di vita ma simili nei social perchè è difficile restarne al di fuori… Ci si dimentica di chi ha poco ma in queste pagine l’importante e far vedere chi ha tanto, viaggi, cibo e bei vestiti, smorfie e bei capelli, ma forse di vero solo quelli. Stereotipi dei media, ormai una vera esistenza non c’è più.. Raggiungere apprezzamenti non ha alcun senso, in quanto gran parte sono per invidia e gelosia, questa è una guerra psicologica. Lo scopo è proprio quello, guardare con curiosità chi sta peggio o meglio in questo mondo di falsa comunicazione buonista. Commenti apparentemente positivi sovrastati da gran ipocrisia, derisi e criticati con piccante chiacchericcio alle spalle di chi non sente o non vede… Condividere le proprie giornate con 1000 persone che non sanno nulla di te… Questa è illusione come una pubblicità televisiva, grandi attori che per commercio vendono felicità… Quale, dove? Sorrisi brillanti e belle situazioni, per loro è tutto perfetto e la vita non ha alcun difetto…..

FRANCESCO FIUMARELLA